Il Centro Antiviolenza Mascherona promuove percorsi di formazione e aggiornamento per operatori e operatici, forze dell’ordine, insegnanti, educatori, magistrati, volontari e interventi di sensibilizzazione con ragazzi e ragazze nelle scuole di ogni ordine e grado. La progettazione formativa è affidata ad un gruppo di operatrici con esperienza sia nel settore clinico e sociale sia in quello della progettazione degli interventi formativi.

 

SCUOLE

 

Nella scuola bambini e bambine, ragazzi e ragazze compiono un percorso fondamentale di crescita culturale ed umana: percorsi formativi attenti alla differenza di genere e a modalità relazionali non aggressive, valorizzanti delle diverse identità di donne e uomini possono contribuire in modo importante anche a contrastare la violenza contro le donne. Dal 2010, quindi, il Centro Antiviolenza Mascherona svolge un’attività di formazione rivolta a docenti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado, volta a favorire il riconoscimento della violenza e a sviluppare la crescita consapevole di bambine e bambini, ragazzi e ragazze in una realtà che spesso tende a proporre modelli di maschile e femminile contrastanti e irrigiditi.

Attualmente è attivo il progetto “Pari e Differenti lo impariamo a scuola”.

Arrivano al Centro richieste di scuole del territorio che si rendono conto della necessità di affrontare con gli/le studentesse/i i temi della differenza di genere, degli stereotipi e della violenza contro le donne.  Le operatrici provano sempre a rispondere ed organizzare incontri, ma questa modalità estemporanea ha un valore limitato. Sarebbe necessario costruire un percorso continuativo di prevenzione della violenza  e le scuole dovrebbero inserire questi incontri nel piano di offerta formativa e trovare il finanziamento necessario.

 

FORMAZIONE PER OPERATRICI/ORI DEL TERRITORIO

 

Il Centro dedica particolare importanza alla realizzazione di percorsi formativi rivolti a specifiche figure professionali che, per la loro funzione, possono contattare o conoscere situazioni di violenza: Operatori/ici dei Servizi Sociali e Socio-assistenziali, Questura, Forze dell’Ordine, Psicologi, Giornalisti/e, Avvocati/e, Mediatrici culturali, Educatori/ici, etc.

Nel 2019 il Centro ha organizzato il convegno specialistico “Perché non si crede alla parola delle donne?” dedicato al tema della violenza secondaria e destinato agli operatori/ici del terrritorio.

 

FORMAZIONE PER VOLONTARIE

 

Ogni anno il Centro organizza un corso di formazione rivolto a donne aspiranti volontarie. Il corso è rivolto a donne di età diverse e di varie professionalità: giovani studentesse o occupate, donne adulte, pensionate, che siano interessate sia alle tematiche oggetto dei nostri interventi, ma che siano interessate soprattutto ad operare con noi in maniera continuativa e volontaria.