14 Feb 2020
Mercoledì 4 marzo 2020 alle ore 14 si svolgerà presso le Cisterne del Ducale la prima giornata di studio “Le parole non bastano” organizzata dal Centro Antiviolenza Mascherona.
La giornata è la logica sequenza del convegno  del 10 maggio 2019 dal titolo “Perché non si crede alle parole delle donne” e fa parte di un ciclo di tre incontri che si pongono l’obiettivo di analizzare e verificare l’attuazione della Convenzione di Istanbul in ambito giudiziario, sociale e criminologico. Le tematiche verranno presentate durante la prima giornata di studio dalla dott.ssa Nadia Calafato, avvocata penale del Centro Antiviolenza Mascherona. 
La Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul) è “il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza” ed è incentrata sulla prevenzione della violenza domestica, protezione delle vittime e punizione dei trasgressori. È stata ratificata in Italia nel 2013, ma ancora oggi sono riscontrabili delle carenze nella sua attuazione.
Accompagnare una donna nel processo penale, civile e minorile è un lavoro molto complicato soprattutto perché è difficile far si che nelle aule di giustizia venga riconosciuta la violenza subita dalle donne e dai minori: a volte capita che la violenza venga declassata a semplice conflitto di coppia o che non venga addirittura riconosciuta.
Durante la prima giornata di studio verrà presa in esame la fase di denuncia e di ascolto da parte delle Forze dell’Ordine ed i meccanismi che portano all’attivazione del Codice Rosso. Si proseguirà quindi con la disamina delle problematiche relative alla necessità di una stretta relazione tra la magistratura penale e civile, peraltro prescritta già dalla Convenzione di Istanbul.  In questa sessione interverranno il dott. Francesco Cozzi, Procuratore Capo Tribunale Penale di Genova, il dott. Francesco Mazza Galanti, Presidente della Sezione Famiglia del Tribunale Civile di Genova la dott.ssa Paola Ortolan, Giudice del Tribunale per i Minorenni di Milano e il dott. Fabio Roia, Giudice e Presidente Sezione Misure di Prevenzione Tribunale di Milano.
Infine ci si dedicherà alle rappresentazioni della violenza di genere nelle Consulenze Tecniche in sede civile con l’intervento del dott. Mauro Grimoldi, Psicologo, coordinatore scientifico Casa dei Diritti Comune di Milano, e della dott.ssa Giuliana Callero, Psicologa dell’Ordine degli Psicologi della Liguria.
L’evento è accreditato all’Ordine degli Assistenti Sociali della Liguria.
Sono stati richiesti crediti formativi all’Ordine degli Avvocati di Genova.
Per iscrizioni https://forms.gle/jCsuWjDvouzWjKXa6

 

Lascia un commento

Side bar